Notiziari: Convitto a.s. 2016/17 -
“Super Pippo” Inzaghi incontra gli alunni della Scuola Media del Convitto Nazionale “M. Foscarini” in oc
Modifica questa notizia - Aggiungi foto - Aggiungi notizia

AS Notizia 2017-03-22 “Super Pippo” Inzaghi incontra gli alunni della Scuola Media del Convitto Nazionale “M. Foscarini” in oc pubblicata nei notiziari: Convitto
In breve

Lo scorso 24 febbraio alle ore 10.00 presso l’Aula Magna del Convitto Nazionale “M. Foscarini” di Venezia si è verificato un evento davvero eccezionale!

 
  
Pippo Inzaghi.jpeg
In dettaglio

La Giunta della Regione Veneto ha deliberato e inserito nel calendario scolastico 2016-17 in orario curricolare dopo le vacanze di carnevale la “Settimana dello Sport”. 

Il principale obiettivo che la Giunta Regionale, con tale disposizione normativa, ha inteso centrare è quello di far avvicinare tutti gli studenti delle Scuole di ogni ordine e grado allo Sport e generare una consapevole certezza che esso sia il naturale completamento della formazione che è svolta quotidianamente nelle Istituzioni Scolastiche.

In occasione della “Settimana dello Sport”, quindi, il Personale Educativo del settore della Scuola Secondaria di 1° grado ha organizzato un programma strutturato di attività sportive che hanno coinvolto gli alunni e le alunne del settore per tutti i tre giorni dell’iniziativa e,  per dare un valore aggiunto alle attività programmate, ha cercato un testimonial di rilevante importanza che potesse dare un segno educativo e sportivo agli alunni e alunne della Scuola Media.

L’ ”Incontro con Super Pippo Inzaghi”, ex Campione del Mondo e attuale allenatore del Venezia Calcio, si è concretizzato grazie all’Associazione onlus “Amici del Foscarini”.

“Super Pippo” e i suoi collaboratori sono stati accolti nell’Aula Magna dal Rettore Massimo Zane in un clima colmo di emozioni, felicità e affetto con un prolungato e fragoroso applauso di tutti i presenti.

Per tale evento era stato preparato un filmato di poco più di 5 minuti che brevemente presentasse la carriera agonistica del campione e desse lo spunto ad alcune domande a lui rivolte e che lui stesso potesse dare le relative risposte davanti agli studenti.

Al termine del filmato il calciatore ha ringraziato la “scuola” per l’invito e ha ringraziato nuovamente, questa volta i suoi genitori, i quali lo hanno sempre esortato a continuare gli studi: ha infatti conseguito il diploma in ragioneria. 

Subito dopo “Super Pippo” ha consigliato i ragazzi di perseverare nello studio che era proprio ciò che i suoi genitori, al tempo, consigliavano a lui, spiegando quanto lo studio sia importante per la formazione di ognuno.

Pippo Inzaghi, attraverso le domande del Personale Educativo, ha trattato vari argomenti. 

Il primo di essi riguardava il sacrificio della vita da sportivo. 

Il calciatore ha affermato che per lui non è stato un grande sacrificio, in quanto aveva desiderato essere ciò che è diventato, per cui, il lavoro e l’impegno nel calcio sono stati alla fine ripagati dalle moltissime soddisfazioni raggiunte.

Dopo la visione della slide che rappresentava i tre allenatori che hanno segnato la sua vita agonistica: Ancelotti, Lippi e Conte; “Super Pippo” ha risposto che i tre allenatori hanno contribuito in maniera fondamentale alla sua formazione di calciatore.  

Ha aggiunto anche che sono stati gli allenatori che gli hanno permesso, quando “militava” nelle squadre della Juventus e del Milan, di vincere scudetti e coppe. 

Inoltre, sottolineando il loro grande valore di allenatori che hanno trasmesso, sia al Calcio in Italia che a quello Internazionale, ha affermato che: “ho cercato di ereditare i loro pregi, poi ho messo in campo la mia personalità”. 

Un altro tema trattato dalle slide è stato quello dell’alimentazione. 

Super Pippo ha risposto che essa è importantissima per un atleta, come tutto lo stile di vita che si deve condurre; da qui l’esortazione agli studenti che praticano lo sport di rispettare soprattutto gli orari notturni del sonno e di avere una vita sana senza utilizzare fumo, alcool, droghe e doping.

 

In seguito alla slide nella quale era ritratto Pierluigi Collina e ai “tuffi in area di rigore” di alcuni calciatori per indurre l’arbitro all’assegnazione del “penality”.

Il “Mister” ha parlato del “Fair play”, riferendosi alla slide nella quale c’erano le foto di 3 grandi giocatori: Paolo Maldini, Franco Baresi e Andrea Pirlo ribadendo l’importanza della correttezza dei giocatori in campo e del rispetto per l’avversario chiunque esso sia.

Un’ultima domanda rivolta al campione riguardava il calcio femminile: “Super Pippo” ha risposto di non aver alcuna preclusione, in quanto “lo sport è di tutti” e per questo, infatti, le squadre femminili sono sempre di più e cominciano a ritagliarsi uno spazio sempre maggiore. Attualmente si svolgono i Campionati Mondiali al pari di quelli maschili.

Infine, dopo aver risposto ad alcune domande dei ragazzi e dopo essere stato in mezzo a loro per le foto di rito, invitando ad un tifo sano in campo durante le partite della squadra del Venezia, in un tripudio generale ha salutato tutti ed è stato accompagnato via.

 
Cliccando il titolo si visualizza la foto dell´evento.

Testo di Raffaele Vallone


Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Valido HTML 4.01!